Aumenta la benzina per finanziare il trasporto pubblico: ma la bicicletta no?

accise sulla benzina: meglio usare la bicicletta

Stando così le cose, ossia ulteriori accise sulla benzina per finanziare il trasporto pubblico (Debora Billi ne scrive su Petrolio), chiedo: non conviene abbandonare, ove possibile l'uso delle autovetture e moto e orientarsi vero mezzi sostenibili? Insomma, il Governo Monti perché non dirotta questi spiccioli verso biciclette e piste ciclabili che costano poco, pochissimo?

Da gennaio 2012, infatti, le Regioni potranno applicare una propria (ulteriore) accisa pari a 1 centesimo per litro da destinare appunto ai mezzi pubblici. L'idea di per sé, ossia non abbandonare definitivamente allo sfascio il trasporto pubblico ha senso; ha meno senso forse grattare dal fondo del barile (di petrolio) spiccioli da riservargli. Ma sapranno le Regioni usare quest'occasione? O al solito sfrutteranno le magre risorse in maniera irrazionale?

In ogni caso la crisi forse ci può offrire l'occasione per risparmiare e lasciare a casa autovetture e motociclette quando non servono. L'economia della bicicletta potrebbe davvero aiutarci a risparmiare soldi e a restituirci città meno inquinate. Ma la bici proprio no? Eh?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: