Svezia, fattorie di alghe per il comune di Simrishamn

Fattoria di alghe

Costruire una città i cui abitanti e consumi ruotino intorno alla produzione di alghe. E' questa la filosofia del comune di Simrishamn, nei pressi del lago Ostersjön sul Mar Baltico. Con l'industria ittica in decadenza e la popolazione locale sempre più avanzata nell'età è richiesto uno sforzo di fantasia e tecnica per riprogettare futuro e sostentamento.

Fattoria di alghe

Fattoria di alghe Fattoria di alghe Fattoria di alghe Fattoria di alghe Fattoria di alghe

La chiave della sostenibilità individuata da due giovani architetti Claudia Pasquero e Marco Poletto, cofondatori di ecoLogicStudio, effettivamente potrebbe proprio fare la differenza.

Nel dettaglio Domus spiega così il progetto:

Per esempio ecologia, energia, alimenti, acqua e microclima è il ciclo d'attività dei nuovi impianti per alghe simbiotiche e crostacei/pesci battezzati Crane Greenhouses (Serre a gru). Progettate per i porti sottoutilizzati e per le aree costiere queste strutture a gru sostengono baldacchini di etilene tetrafluoretilene (ETFE) a forma di petali cui sono appesi piccoli contenitori che fungono da serre adattive in grado di garantire la produzione per 12 mesi l'anno. Accanto ai laghi e agli specchi d'acqua, le Torri Migro rappresentano nuovi luoghi di sosta e di riparo per turisti e uccelli migratori. Qui le alghe vengono coltivate produrre alimenti e carburante, e per fungere da biosensori dell'inquinamento delle acque. Al largo, sul Baltico, impianti ittici galleggianti collegati con il museo marino della scienza di Simrishamn costituiscono un centro di ricerca che può vantare il primo museo interattivo in tempo reale sulla vita e sull'ecologia del mare.

Dunque, sembrano proprio essere le alghe la prospettiva futura per la produzione di carburanti alternativi agli idrocarburi. All'ultimo Congresso dell' European Algae Biomass Association si è fatto il punto proprio sulla coltivazione di alghe da destinare alla produzione di bioetanolo. Ebbene l'idea è far sorgere delle vere e proprie fattorie sulle acque oceaniche tra gli impianti eolici offshore.

Per ora è l'Olanda a detenere il primato nella produzione in Europa mentre nuovi sistemi di produzione sono molto studiati in Francia e Germania grazie anche a cospicui fondi europei.

Foto | Ecologic Studio

  • shares
  • Mail