Pezzi di seitan fritti

Questa nuova ricetta che ci passano gli amici di veganitalia si basa sul seitan, che e’ in pratica glutine di grano o di altri cereali come il farro. Sconsigliata a chi soffre di celiachia o intolleranze alimentari, ma consigliata a chi vuole assumere proteine vegetali con poco colesterolo cattivo e pochi grassi (occhio ad asciugare

Questa nuova ricetta che ci passano gli amici di veganitalia si basa sul seitan, che e’ in pratica glutine di grano o di altri cereali come il farro. Sconsigliata a chi soffre di celiachia o intolleranze alimentari, ma consigliata a chi vuole assumere proteine vegetali con poco colesterolo cattivo e pochi grassi (occhio ad asciugare bene la frittura, altrimenti il discorso non vale!)

Un panetto di seitan tagliato a pezzi
2 cipolle novelle, tritate finemente
3 fette sottili di radice di zenzero
2 pezzi di anice
3 cucchiai di salsa di soia (tamari)
1 cucchiaio di farina,
600 ml di olio di sesamo, da cospargere sopra
1 ½ cucchiaino di sale
1 cucchiaino di pepe
Olio extravergine d’oliva per friggere

Mettere i pezzi di seitan in una ciotola con le cipolle, lo zenzero, l’anice, il tamari e la farina.
Miscelare il tutto insieme e lasciare riposare il condimento per circa 1 ora.
Scaldare l’olio in un wok a 180°C o fino a che un cubetto di pane si abbrustolisca in 30 secondi, e versarci i pezzi di seitan. Friggere per circa 3 minuti, quindi rimuovere e scolare. Scaldare l’olio e friggere i pezzi di nuovo fino a che diventi marrone. Rimuovere e scolare su di un foglio di carta assorbente. Disporre su di un piatto da portata e cospargere l’olio di sesamo.
Miscelare insieme il sale ed il pepe e usarli come condimento per il seitan.

» Seitan sulla wikipedia
» Celiachia, in formato blog

I Video di Ecoblog