LAV contro scout che cacciano animali

Baden Powell, scout e LAVLa LAV ha denunciato un gruppo di scout perché nel loro sito web scrivono come catturare, uccidere, scuoiare e cucinare un animale selvatico. La LAV ha chiesto di oscurare il sito.

Il sito degli scout di Campobello di Licata conteneva una traduzione di un manuale di sopravvivenza, in condizioni estreme. Bollire rane non rientra nelle normali attività del gruppo, molto impegnato, d'altra parte, nell'educazione ambientale "politicamente corretta". L'inizio del paragrafo recita testualmente: «Chi non disponesse di razioni di emergenza dovrà superare molti pregiudizi in fatto di cibo.» Ecco da dove arrivano i suggerimenti per catturare i ricci e tutto il resto. Sapere che cosa fare per salvarsi la vita e torturare sadicamente gli animali sono due cose diverse.

La LAV si infuria contro fatti non commessi, creando, secondo me, un polverone mediatico fuori luogo. Ogni esploratore, al momento della promessa (che è una cosa seria, che lo impegna da ragazzo e per il resto della vita!) sa che l'articolo 6 della legge scout dice: L’Esploratore rispetta e protegge i luoghi, gli animali e le piante.

Gli scout sanno benissimo che cosa NON fare agli animali. Lo dicono nel loro stesso sito, ma forse alla LAV non interessava leggerlo tutto. Se lo avessero fatto avrebbero trovato una citazione ad Addio alle carni, il libro pro vegetariani edito proprio dalla LAV.

Adesso, per coerenza, la LAV dovrebbe denunciare anche la prova del cuoco (insegna a cucinare), le scuole alberghiere dove qualche docente ancora fa spennare le galline e porta i ragazzi in gita al macello (dove vedono come si scuoia un animale) e i corsi di sopravvivenza che si fanno nei villaggi turistici (in cui spiegano come fare le trappole).

» Gli scout oscurati dalla LAV sul corsera

» Il sito del Gruppo Scout di Campobello

» La polemica della LAV contro gli scout.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: