Tg5: "Chiudono Green Hill". Ma agli antivivisezionisti non risulta

il messaggio su FB di Tessa Gelisio

La notizia, purtroppo non può essere confermata e sta rimbalzando su FB. Ci è caduta anche Tessa Gelisio che ha scritto secca:

Chiudono Green Hill.

Per una conferma ho telefonato a un rappresentante di Fermare GreenHill che mi ha risposto:

Purtroppo no, non ci risulta.

Dunque ho telefonato a Tessa per conoscere la fonte della notizia che ha rilanciato e che è risultata essere il Tg5 Mediaset (qui al minuto 29) e le dichiarazioni dell'ex ministro Michela Vittoria Brambilla forse troppo entusiaste. La Brambilla animalista convinta ha manifestato il suo interesse anche per la vicenda dell'allevamento di cani, gatti e primati Green Hill di Montichiari destinati alle sperimentazioni e vivisezione, presenziando stamane a Montecitorio. L'ex ministro al Turismo ha presentato un emendamento che vieterebbe su tutto il territorio nazionale proprio gli allevamenti di animali destinati alla sperimentazione.

Inutile dire che l'associazione Fermiamo Green Hill ha messo in atto un vero e proprio braccio di ferro, molto corretto e leale, con le istituzioni. Dall'ultimo comunicato stampa del 23 dicembre:

Il presidente della Regione Lombardia Formigoni ha annunciato proprio giovedì, ad un giorno dalla protesta, che la Regione sta lavorando per un disegno di legge che vieti l’allevamento e la vendita di cani, gatti e primati ai laboratori.Dopo un tentativo di legge proposta qualche mese fa in Consiglio, legge che proprio per il modo in cui era formulata è stata bocciata, forse potrebbe adesso essere questo il passo giusto. Tutto dipende però dalla volontà. Di belle parole della Regione ne abbiamo però sentite fin troppe, adesso tocca ai fatti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: