Biodiversità da star, quel tafano di Beyoncé

tafano beyoncé

Se doveste imbattervi nella rarissima Scaptia (Plinthina) beyonceae, un tafano dall'addome dorato, sappiate che se si chiama così non è affatto un caso. Bryan Lessard, entomologo dell'Australian National Insect Collection, ha scelto questo nome perché è la diva delle mosche, con il suo lato B prominente ed il pelo dorato che ricorda tanto la chioma di Beyoncé.

Anche se spesso vengono considerate dei parassiti, in realtà le mosche cavalline svolgono un ruolo cruciale nell'impollinazione di molte piante, spiega Lessard. Ispirarsi allo star system è il lato divertente della tassonomia, la denominazione delle specie, prosegue Lessard. D'altronde, lato B a parte, la mosca è stata scoperta proprio nell'anno di nascita della pop star, nel 1981.

Via - Foto | Australian National Insect Collection

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: