Un castello di spazzatura per principesse trash

castello spazzatura

Finiti i tempi del principe azzurro e delle principesse (per fortuna!), gli eroi delle favole moderne sono quelli che ci salvano dalla spazzatura che straborda dai bidoni dell'immondizia ed imputridisce nelle discariche. Principi della trash art come Vik Muniz, ad esempio, che con la spazzatura di Rio de Janeiro ha realizzato una mostra di volti umani per finanziare progetti a favore dei catadores, gli spazzini del riciclo.

L'artista Victor Moore è andato oltre, creando un vero e proprio castello grazie a rifiuti e materiali di recupero, alla modica cifra di 500 dollari. Simbolo di una favola consumistica finita nel cassonetto (o di una discarica a cielo aperto?), due cuori ed una tonnellata di materie prime ancora riutilizzabili. Questo bizzarro castello si trova nello Stato di Washington.

Moore, oggi insegnante e scrittore, lo ha realizzato negli anni Settanta, come progetto per la sua tesi in arte. I colori del castello di rifiuti ricordano quelli di un castello delle fiabe Disney, ma a guardar bene si scorgono pezzi di vecchie lavatrici, sedie rotte, reti di letti buttate via. Un'accozzaglia di rifiuti, insomma, che di una fiaba ha solo la forma, il resto è spazzatura. C'è ancora speranza di un happy end per il genere umano?

Castello di rifiuti

castello spazzatura 1 castello spazzatura 2 castello spazzatura 3 castello spazzatura 4

Via | Inhabitat
Foto | David Patterson

  • shares
  • Mail