L'amnesia ecologica: italiani popolo di smemorati

Amnesia ecologica Siamo tutti vittime dell'amnesia ecologica. Non è una nuova patologia ma una brutto e antipatico vizio che sembra aver contagiato miliardi di abitanti del Pianeta Terra. Ad aver individuato questo male collettivo è Philippe J. Dubois ornitologo e ingegnere ambientale che ha scritto La grande amnésie écologique, (Editions Delachaux et Niestlé, 12,90 euros).

Presi nella nostra automatica vita industriale a un certo punto abbiamo dimenticato che viviamo su un pianeta dotato di risorse limitate e che non possiamo disporne come ci pare. Ci si libera da questo vizio attraverso l'educazione sopratutto dei più piccoli insegnando loro cos'è la Natura, le sue leggi e del perché vada rispettata. Per recuperare la nostra memoria ecologica è necessario liberarsi anche da tutti quegli inutili orpelli veicolati dal greenwashing.

Noi italiani, poi, siamo uno dei popoli più smemorati ecologicamente in Europa, abbiamo addirittura smesso di avere rappresentanti dell'ambiente che siedano al Parlamento e al Senato perché erroneamente li abbiamo considerati dei gran rompiscatole.

Se masticate un po' di francese qui l'intervista audio a Dubois.

Via | NeoPlanete
Foto | NeoPlanete

  • shares
  • Mail