Il premio Donne Pace e Ambiente va a Simona Ricotti, Consiglia Salvio, Sara Turetta e Isabella Tomassi

premio donne pace e ambiente

Il sei marzo scorso a Roma, presso la Casa Internazionale delle Donne, è stato consegnato il Premio Donne Pace e Ambiente, istituito dall'Associazione A Sud e dalla Commissione delle Elette del Comune di Roma e dedicato a Wangari Maathai. Monica Cirinnà, consigliera comunale e Presidente della Commissione delle Elette, ha consegnato il premio Terra a Isabella Tomassi, per il suo impegno a Pescomaggiore, piccolo borgo abruzzese vicino a L'Aquila. La Tomassi si è impegnata nel progetto EVA, eco-villaggio autocostruito. Ha dedicato il premio alle vittime del terremoto e del post-terremoto aquilano.

Il premio Fuoco è stato assegnato a Simona Ricotti, attivista del comitato No Coke, per la sua battaglia contro la conversione a carbone della Centrale di Civitavecchia. Ha dedicato il premio alle mamme di Civitavecchia che combattono per assicurare un futuro pulito ai loro figli.

Il premio Acqua è andato a Consiglia Salvio, attivista napoletana del Forum dei Movimenti italiani per l'acqua. Anche il suo pensiero è andato alle mamme attiviste che sacrificano parte del loro tempo libero per dedicarsi alla legalità ed alle battaglie civiche.

A Sara Turetta, animalista impegnata nei canili del milanese e nella lotta al randagismo in Romania, è andato infine il premio Aria. La Turetta ha dedicato il premio alle animaliste che si battono per migliorare le condizioni di vita dei randagi.

Via | Comunicato Stampa
Foto | A Sud

  • shares
  • Mail