Energia: decrescita infelice?

calano i consumi energetici L’Italia è tecnicamente in recessione. Lo dice l’Istat, che stigmatizza in poche cifre quello che le famiglie italiane stanno imparando ad apprezzare sulla propria pelle: nel 2011 il nostro PIL è cresciuto solo dello 0,5%, nel 2010 era a 1,8%.

Una situazione di decrescita ‘infelice’ – a causa delle pesanti ricadute sul fronte dell’occupazione – che si traduce paro paro sul piano energetico: mentre il costo dei carburanti continua assurdamente a crescere, i consumi di energia in Italia tornano indietro di 13 anni.

Secondo i dati rilasciati da AIEE (Associazione Italiana Economisti dell’Energia), famiglie e imprese hanno subito un aggravio medio dei costi di circa il 20% rispetto al 2010, con un picco di 63 miliardi di euro nella nostra bilancia energetica.
Ma a caratterizzare il mercato nel 2011 è stato uno spaventoso calo dei consumi di energia, non imputabile ad un incremento dell’efficienza energetica ma alla crisi economica. La minore produzione industriale si è ad esempio tradotta in una riduzione dei consumi di gas naturale (-6,2%) e di petrolio (-2,5%), con un tasso di utilizzo delle 15 raffinerie italiane fermo all’85,8%, pari ad un surplus di 4-5 impianti.

Un quadro a tinte fosche, che non si rasserena nelle previsioni per il 2012, quando la domanda di energia crollerà a 183,2 milioni di TEP. Retrocedendo cioè ai livelli del 1999.

Un segnale positivo arriva tuttavia dalle fonti rinnovabili, che nel 2011 segnano un deciso segno più: il GSE rileva un incremento del 463% rispetto al 2010, sebbene le novità normative recentemente introdotte (blocco impianti su terreni agricoli) potrebbero preludere ad una battuta d’arresto nel settore. Che deve tuttavia accettare la sfida della revisione del sistema degli incentivi – magari a favore di un maggiore sostegno agli investimenti in ricerca tecnologica – per acquisire una dimensione davvero sistemica. Nel quadro di una pianificazione energetica nazionale che tarda ad arrivare.

Via | Energia24
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: