Con la crisi economica,vola in Francia la Green economy

La green economy porta la Francia fuori dalla crisi economica globale

Secondo il Commissariat général au développement durable- CGDD, nel 2010 la Green economy che i francesi chiamano éco-activités si è ringalluzzita ritrovando dinamismo e entusiasmo. Il risultato è contenuto nello studio pubblicato qualche giorno fa e che si riferisce alle attività del 2010.

Ma andiamo a vedere le cifre che parlano più di tutto:

La produzione si aggira intorno ai 69,9 miliardi di euro pari al 2% del PIL mentre il valore delle esportazioni sale a 6,1 miliardi di euro pari all'1,2% del totale. La bilancia commerciale ci dice di ricavi per 1,1 miliardi di euro. La green economy dà lavoro a 452.500 dipendenti con contratti a tempo indeterminato, ossia al 4,5% in più rispetto al 2009 contro un aumento dello 0,1% in tutti gli altri settori.

Numeri decisamente interessanti che sembrano sostenere l'economia francese in tempi di crisi economica globale. A fornire maggiore impiego il settore della protezione ambientale e sopratutto del disinquinamento dell'aria; seguono il riciclo delle acque, rifiuti, scorie nucleari, bonifica dei suoli e delle acque, controllo dell'inquinamento acustico e tutela della natura, paesaggi e biodiversità.

Insomma se anche in Italia non fossimo così inchiodati a una certa economia ancora tipica del '900 probabilmente non avremmo da pagare così alto e in tasse il prezzo di una crisi economica globale.

Via | Actu-Environment

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: