Eolico, Danimarca via col vento al 50%

eolico danimarca

Obiettivi ambiziosi quelli della Danimarca. Da qui al 2020 il Governo ha infatti annunciato che porterà al 35% la quota del fabbisogno energetico coperta dalle rinnovabili. L'energia eolica, nello specifico, dovrà coprire la metà dei consumi di elettricità del Paese. Obiettivi concreti tracciati in una road map da Martin Lidegaard, Ministro per il Clima, l'Energia e le Opere Pubbliche, che ha raggiunto un'intesa in Parlamento per diminuire progressivamente il peso dei fossili nella produzione di energia elettrica fino a farli contare zero.

Già, perché se tra otto anni la Danimarca mira a produrre il 50% dell'energia elettrica dall'eolico, oggi è già leader in Europa per potenza installata, il 2050 sarà l'anno target del 100% rinnovabile. Per riuscirci in campo misure di risparmio energetico su larga scala, incremento della produzione di calore dalle fonti rinnovabili, la creazione di smart grids, reti intelligenti, il ricorso al biogas. Come ha sottolineato Lidegaard:

La Danimarca sarà ancora una volta il leader globale nella transizione verso l'energia verde. Questo ci prepara ad affrontare con maggiore tranquillità l'aumento dei prezzi del carbone e del petrolio, consentendoci anche di creare nuovi posti di lavoro.

Sul fronte della riduzione delle emissioni, l'accordo raggiunto in Parlamento prevede il decremento dei gas serra del 34% rispetto al 1990. I consumi di energia dovranno invece essere decurtati del 12%, in riferimento ai livelli del 2006. Il 35% dell'energia dovrà provenire da fonti rinnovabili. Il tutto entro il 2020. Veloci come il vento.

Via | Cleantechnica
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: