Syngenta contesta gli effetti sulle api del pesticida Cruiser

Dédé L'abeillaud Il gruppo svizzero Syngenta contesta le conclusioni a cui sono giunte due ricerche indipendenti che attestano gli effetti nocivi sulle api dei neonicotinoidi, presenti nei pesticidi. In Italia sono stati vietati solo quelli per la concia dei semi di mais per 4 anni e la prossima scadenza è prevista per giugno 2012.

Syngenta tiene a difendere il suo prodotto Cruiser OSR usato sulla colza, dalle evidenze riportate nei documenti scientifici di Inra e dell'Università di Stirling. La dose d'insetticida analizzata, spiega Syngenta:

è almeno 30 volte più elevato di quello utilizzato per proteggere il nettare di colza.

Secondo il gruppo svizzero, le api per consumare la quantità di thiamethoxam analizzata negli studi, avrebbero dovuto ingerire nettare pari a sette volte il loro peso; in più sono contestate le conseguenze del pesticida sul numero di api analizzate durante il periodo della fioritura.

Le ricerche sono state effettuate su su 653 api dotate di microchip e seguite nei loro movimenti. Si è verificato che le api che avevano ingerito polline contaminato da pesticidi hanno avuto difficoltà a trovare il loro alveare interferendo queste sostanze con il sistema di orientamento e geolocalizzazione. Sotto accusa anche l'imidacloprid l'insetticida più diffuso peraltro analizzato anche in Italia nell'ambito del progetto Apenet. Anche noi italiani abbiamo evidenziato che basta anche solo un volo nella zona contaminata e non solo l'ingestione di polline.

Da parte sua, Syngenta continua a sottolineare che il Cruiser OSR è già stato utilizzato su più di tre milioni di ettari di colza in Europa senza incidenti e dice che si è rivelato utile per gli agricoltori che l'hanno scelto. Eppure, la settimana scorsa, il ministero dell'Agricoltura ha chiesto un parere all' Inra entro la fine di maggio (ovvero prima della semina di luglio). Se i risultati dello studio saranno confermati il Ministero revocherà l'autorizzazione di immissione sul mercato del Cruiser OSR.

Via | maxisciences
Foto | Dédé L'abeillaud su Maxisceinces

  • shares
  • Mail