Seguici su

Agricoltura

Pesticidi killer di api, neonicotinoidi ghigliottina per le regine

Due nuovi studi pubblicati su Science confermano l’impatto letale dei neonicotinoidi sulle api.


Pesticidi e moria di api: una relazione pericolosa a lungo discussa che trova conferma in due recenti studi pubblicati su Science. Il primo, a firma di Penelope Whitehorn della University of Stirlin, in Scozia, il secondo condotto da Mickael Henry del National Institute for Agricultural Research (Francia). Nel primo studio si evidenzia che le colonie di api esposte ai pesticidi producono un numero inferiore di api regine. Nel secondo studio si afferma che i neonicotinoidi possono causare la morte delle api, inibendone le funzionalità.

Sotto accusa, nello specifico, l’imidacloprid, un neonicotinoide usato comunemente in agricoltura. Le api esposte all’imidacloprid producevano l’85% in meno di api regine rispetto alle colonie non esposte.

Lo studio di Mickael Henry si è concentrato invece sull’impatto del thiamethoxam, un altro neonicotinoide. Le api che lo ingerivano avevano un tasso di mortalità doppio. Questo neonicotinoide infatti interferisce con il senso dell’orientamento delle api e impedisce agli insetti di ritrovare la strada dell’alveare.

L’imidacloprid è usato in 120 Paesi su oltre 140 colture. L’impiego su larga scala potrebbe dunque giustificare la moria di api registrata negli ultimi anni in tutto il mondo. Secondo la US Environmental Protection Agency, altri fattori potrebbero essere la causa determinante del collasso delle colonie: nuove malattie come quella causata dal virus israeliano della paralisi acuta (APV), la cattiva alimentazione e l’incapacità delle api di gestire lo stress. Tempo fa vi parlammo anche della combinazione fatale di un iridovirus e di un fungo, additata come responsabile della moria delle api.

Via | Bloomberg
Foto | Flickr

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa