Sea Orbiter, vascello per ricerche sul clima

L’architetto francese Jacques Rougerie ha progettato Sea Orbiter stazione scientifica galleggiante e verticale per studiare a fondo gli Oceani e il loro ruolo nel clima e nei cambiamenti climatici.

Secondo Jacques Rougerie architetto francese che ama definirsi marestre (sia marinaio sia terrestre dunque) il suo progetto Sea Orbiter fornirà conoscenze preziose sull’ambiente e il clima che verrà:

E’ dall’Oceano che nascerà il destino delle civiltà future. Osservare i fondali marini e gli oceani poiché sono ambienti ancora sconosciuti all’uomo. Dobbiamo ancora comprendere l’influenza degli oceani sul clima e dunque è necessario rafforzare il rapporto tra uomo e oceani.

Dunque Sea Orbiter vero laboratorio di osservazione galleggiante a vocazione scientifica, educativa e di comunicazione; ma anche casa nomade sottomarina per consentire a donne, uomini e bambini di guardare cosa c’è sotto il mare. L’architetto è entusiasta di questa sorta di nave in verticale dalle linee futuriste e con mille opzioni per le ricerche. Le missioni potrebbero durare da sei mesi a un anno e sono previsti numerosi veicoli per le esplorazioni. Su un equipaggio di 18 persone 6 saranno astronauti che potranno vivere sott’acqua in condizioni simili a quelle dello spazio.

Il sogno ha un costo: 35milioni di euro e i lavori per la costruzione dovrebbero iniziare per la fine di quest’anno. Il lavoro sarà completato nel 2014 e solcherà i mari della Corrente del Golfo nell’Oceano Atlantico per un programma di ricerca che durerà 10 anni. Il progetto sarà presentato il prossimo giugno a Rio20+.

Via | Zegreenweb
Foto | Rougerie

Ultime notizie su Clima

Cambiamenti climatici e gas serra

Tutto su Clima →