Tsunami rientra l'allarme in Indonesia e India. Timori in Africa

Allerta tsunami in Kenya e SudafricaRientra l'allarme tsunami in Indonesia e in India. Lo annuncia il Pacific Tsunami warning center. Resta però l'allerta per il Kenya e il Sudafrica, dove le prefetture hanno informato i cittadini che potrebbero giungere onde anche alte 2 metri. Timori anche per Mauritius, e Paesi della Penisola araba del Golfo.

Secondo Barry Hirshorn, geofisico del Pacific Tsunami Warning Center, questo terremoto sebbene di magnitudo 8.8 è stato ben diverso dal terremoto del 2004 di magnitudo 9.0 che scatenò un devastante tsunami. Poiché l'epicentro di questo terremoto è distante il doppio dalla riva rispetto al precedente del 2004 potrebbero esserci davvero poche possibilità al formarsi di un gigantesco tsunami.

Hirshorn ha aggiunto che a fare la differenza è anche il modo in cui è avvenuta la rottura della faglia. Ha spiegato che nel 2004 il terremoto si è manifestato con movimenti in verticale che producono grandi onde; mentre quest'ultimo ha avuto movimenti laterali.

L'allarme per l'Indonesia e l'India era stato lanciato stamane dopo il terremoto magnitudo 8.8 che ha colpito l'Indonesia. Il ricordo del devastante tsunami del 2004 ha fatto scattare immediatamente la macchina dell'allarme. Da Sumatra a Phuket sono stati chiusi gli aeroporti e evacuati porti e stazioni marittime.

Foto | Iam_AfriKan on Twitter

  • shares
  • Mail