Pinguini imperatore in marcia verso la salvezza nell'estremo Sud del regno antartico

pinguini imperatore

L'Antartide, un regno dominato pacificamente da centinaia di imperatori. Pinguini sovrani dei ghiacciai che su quel bianco incontrastato sono in marcia verso la salvezza della loro specie. Già, perché un recente studio, condotto da Peter Fretwell del British Antarctic Survey e pubblicato su PLoS ONE, ha rivelato, grazie alle immagini satellitari, uno stato di conservazione migliore del previsto per i pinguini imperatore (Aptenodytes fosteri).

Esattamente, dalle rilevazioni satellitari che riescono a scrutare anche aree inaccessibili agli strumenti tradizionali, si è scoperto che i pinguini imperatore sono il doppio di quanto ipotizzato dai ricercatori.

Dopo essere riusciti per secoli a sopravvivere a temperature a dir poco rigide, - 50° C, i pinguini negli ultimi anni si sono trovati ad affrontare una sfida ancora più difficile: resistere ai cambiamenti climatici, a quello scioglimento dei ghiacciai causa della perdita di habitat.

Fretwell ha localizzato 44 colonie già note ai biologi ed altre 7 ancora sconosciute che (soprav)vivono in aree remote. Si tratta del primo censimento di pinguini effettuato dallo spazio. In tutto i ricercatori ne hanno contati 595 mila a fronte di una popolazione stimata tra i 270 mila ed i 350 mila esemplari.

Se le colonie che vivono a Nord saranno sempre più minacciate dallo scioglimento dei ghiacciai nei prossimi anni, nell'estremo Sud, meno intaccato dai cambiamenti climatici, si concentreranno le speranze di salvezza della specie. Questi dati saranno utili ai ricercatori per orientare le strategie di conservazione.

Via | National Science Foundation
Foto | Paul Ponganis, National Science Foundation

  • shares
  • Mail