Crush-movie contro animali: condannata 40enne in tacchi a spillo

Tacchi a spillo

Avete presente quei video raccapriccianti che filmano mostruose torture e uccisioni di animali indifesi? Sono conosciuti come crush-movie o crush-video e rientrano nella diffusione sotto pornografia o feticismo. Ebbene una 40enne di Rho in provincia di Milano tale Anna B. è stata condannata dopo patteggiamento a 4 mesi di reclusione (convertiti poi in 4400 euro di pena pecuniaria) per aver prodotto e diffuso sul web video in cui seminuda schiacciava con i suoi tacchi a spillo scarafaggi, pulcini, topi e conigli.

La signora, madre di tre figli minori, era già stata identificata una prima volta nel 2006 e la Polizia postale aveva provveduto a oscurarle il sito; ma aveva riproposto i suoi video sotto altro dominio. Commenta così la LAV:

Un gravissimo e raccapricciante reato di uccisione di animali che vede coinvolta una insospettabile madre di famiglia, rea di aver barbaramente schiacciato e ucciso gli animali per il solo scopo di riprendere la loro agonia. Finalmente per le vittime di tanta crudeltà è stato compiuto un passo in avanti per rendergli giustizia, portando alla ribalta delle aule di giustizia il fenomeno ancora troppo sommerso dei Crush-video e ricordando che in Italia l'uccisione di animali è un reato punito, grazie all'inasprimento delle pene introdotto dalla legge 201 del 2010, con la reclusione.

Via | LAV
Foto | TMNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: