Inquinamento della Cina, crescita economica o decrescita ambientale?

inquinamento cina

La Cina continuerà a crescere e ad inquinare incurante della riduzione delle emissioni e del miglioramento dell'efficienza energetica, non prioritarie nell'agenda economica. Non sorprende. La conferma che alla crescita del PIL cinese corrisponde un ulteriore incremento del degrado ambientale arriva dall'economista Yanqing Xia della Dongbei University of Finance and Economics.

In una recente analisi, pubblicata sull'International Journal of Global Energy Issues, Yanqing Xia ha esaminato i dati degli ultimi dieci anni relativi a 30 province cinesi, in riferimento ad aumento delle emissioni, consumi energetici e crescita economica.

Le industrie pesanti e le esportazioni fanno la parte del leone nella crescita economica cinese. Il consumo di energia è in netto incremento ed è alla base della crescita economica. Purtroppo, come era prevedibile, a questo rapido aumento del consumo di energia corrisponde un aumento delle emissioni che ha conseguenze su scala globale sugli ecosistemi.

Secondo Yanqing Xia, se la Cina continua ad ignorare l'impatto ambientale della sua insaziabile fame di energia non potrà godere, di qui a qualche anno, dei benefici della sua crescita economica, oscurati da problematiche ambientali che incidono sulla salute e sulla qualità della vita dei cittadini.

Per la distruzione degli ecosistemi ci sarà un conto molto salato da pagare, un prezzo per il ripristino ed il recupero della sanità ambientale che sottrarrà valore alla crescita, se di crescita si potrà parlare a questo punto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: