LIPU- BirdLife, avifauna a rischio nelle campagne italiane

avifauna a rischio nelle campagne italiane, il monitoraggio della LIPU

Il rapporto Uccelli comuni in Italia - Gli andamenti di popolazione dal 2000 al 2010, presentato da LIPU BirdLife è chiaro, dalle campagne italiane mancano:

la calandrella (-14,4% il decremento medio annuo, -66% dal 2000 al 2010, in Pericolo di estinzione nella Lista Rossa), l’allodola (-2,9% annuo, – 30% sul decennio, Vulnerabile in Lista Rossa), l’averla piccola (-3,6% annuo e -42% sul decennio, Vulnerabile in Lista Rossa), la rondine (-30% nel decennio), i passeri (-40%), il torcicollo (-56%), la cutrettola (-38%) e il cardellino (-34%).

In aumento, invece, sui campi agricoli la gazza, cornacchia grigia, gheppio, ortolano, rigogolo, usignolo, upupa, tortora selvatica, luì bianco e strillozzo.

Il rapporto presenta i risultati di un monitoraggio il Mito2000 durato dieci anni e che ha analizzato la presenza di 99 specie divise per habitao:Farmland Bird index, (in ambienti agricoli), Woodland Bird Index (in ambienti boschivi), e All Common Species index (in ambienti diversi). Il perché tante specie siano a rischio estinzione è presto detto: uso dei pesticidi, cementificazione, consumo del suolo e in genere degrado degli habitat. A reagire meglio le zone collinari dove il fenomeno procede più a rilento. Dunque se proprio ci serviva una conferma rispetto all'imponente impatto ambientale dell'industria della agricoltura, eccola servita.

Via | GalileoNet, LIPU
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail