Clini a Roma insegna agli studenti il riciclo dei rifiuti pericolosi

pericolo bambini

Oggi il nostro Ministro dell'Ambiente Corrado Clini salirà in cattedra: docente per un giorno, battono le agenzie di stampa di qua e di . Ma come di cosa? Clini ha una laurea honoris causa in smaltimento dei rifiuti pericolosi, non lo sapevate?

Gli studenti dell'Istituto ''Luigi Settembrini" avranno l'onore di ascoltare l'immenso know-how di Clini sulla gestione dei rifiuti. I ragazzi devono sapere quanto è importante rispettare il territorio e smaltire correttamente in particolare quelli pericolosi. Magari nei cementifici. Appena qualche giorno fa Clini a Udine ci ha fatto dono di un'altra lectio magistralis sull'innocuità degli inceneritori:

I dati di riferimento per le emissioni del CDR sono a livelli poco significativi e questo sistema [gli inceneritori, ndr] ci consentirebbe di dare una soluzione al problema dello smaltimento della frazione di rifiuti non riciclabile, che non dovrebbe così essere conferita in discarica. In Italia siamo stati perseguitati per anni dalla fama che dagli inceneritori venivano fuori i rischi per la salute della popolazione che generavano i tumori, quando a Copenaghen, a Parigi, a Vienna ci sono nel centro delle città impianti che utilizzano i rifiuti per produrre elettricità.

La replica del WWF Friuli Venezia Giulia, presente all'incontro, non si è fatta attendere. Il Presidente Roberto Pizzutti è intervenuto per ribattere pubblicamente a Clini:

Come un’ampia letteratura scientifica dimostra inceneritori e cementifici che bruciano rifiuti sono responsabili della produzione di nanoparticelle e composti tossici fortemente nocivi, le cui conseguenze sulla salute umana sono più che documentate. Se poi vogliamo parlare di casi come quello di Vienna, è bene sapere che i dati sulle emissioni non tengono in considerazione una miriade di pericolosi prodotti chimici e che, nella capitale austriaca, proprio la presenza di un impianto come questo ha bloccato la raccolta differenziata al 40%, livello poco prestigioso che noi in regione abbiamo abbondantemente superato da anni, arrivando in molte zone anche al 70-80%. Non ci pare assolutamente risolto il problema dello smaltimento dei rifiuti, quando le ceneri di combustione finiscono nel cemento e quindi nelle nostre abitazioni.

O magari nel cemento delle scuole: attenti al lupo, bambini...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail