Ilva,Verdi presentano esposto: oltre il disastro ambientale

Ilva, presentato esposto dai verdi

Angelo Bonelli presidente dei Verdi ha presentato ieri alla procura della Repubblica di Taranto un esposto in cui viene chiesto ai magistrati titolari dell'inchiesta sull'Ilva di:

di indagare per i reati di omicidio volontario e lesioni gravissime. Per Bonelli “La presentazione di questo esposto è un atto dovuto dopo che l’indagine epidemiologica e la perizia chimica sono state acquisite come prova dalla Procura di Taranto, dopo l’incidente probatorio”.

L'indagine epidemiologica a cui fa riferimento Bonelli corrisponde alla maxiperizia disposta dal Tribunale di Taranto e che ebbe come conseguenza una ordinanza del sindaco uscente mai effettivamente adottata. Attualmente il ballottaggio prevede il confronto elettorale tra Ippazio Stéfano sostenuto da Nichi Vendola e in coalizione con Udc, Pd e Idv e Mario Cito della lista civica At6 Azione meridionale.

Precisa Bonelli nella conferenza stampa tenuta ieri a Taranto dopo che nonostante un 12% di preferenze non è riuscito a essere eletto al primo turno alle amministrative sindaco della città:

Proprio l’indagine epidemiologica della procura evidenza in modo preciso come ‘nei 13 anni di osservazione sono attribuibili alle emissioni industriali 386 decessi totali, 237 casi di tumore maligno con diagnosi da ricovero ospedaliero, 247 eventi coronarici con ricovero, 937 casi di ricovero ospedaliero per malattie respiratorie. Di fronte a questi numeri il reato di disastro ambientale colposo non può non essere allargato a quello di omicidio volontario con dolo diretto (art. 575 C.P.) e lesioni gravissime (artt. 582 e 583 comma 2 C.P.).

Via | Inchiostro Verde
Foto | TMNews

  • shares
  • Mail