Disidratatore di rifiuti umidi per eliminare i cattivi odori in cucina

loofen

Un disidratatore di rifiuti umidi per ridurre il volume della frazione organica ed eliminare i cattivi odori. A Terra Futura abbiamo approfondito la conoscenza di questo particolare elettrodomestico. Si chiama Loofen, lo distribuisce Rever96 Vivere Green, e a prima vista è un banalissimo compattatore di rifiuti.

Mi spiega l'espositore che consuma quanto una lampadina: 110 W. Nello specifico utilizzarlo ci costerebbe 3 euro e 25 al mese. Poi, dal momento che utilizza filtri a carboni attivi (vegetali, ci tiene a specificare) bisogna mettere in conto altri 25 euro (è il costo di due filtri di ricambio). Il compattatore ne costa 289 di euro. Insomma, un bel gruzzolo, ne varrà la pena?

Innegabilmente l'umido non sprigiona un buon odore, da me poi lo prelevano due volte alla settimana e ora che fa caldo tenerselo in casa a marcire non è una prospettiva allettante. Essiccando i rifiuti o meglio disidratandoli grazie ad un flusso di aria calda, vengono eliminati cattivi odori, umidità e batteri ed il volume dei rifiuti arriva a ridursi fino all'80%, pensiamo a 1.000 chili di spazzatura ridotti ad appena 200. Il che può snellire anche le operazioni di raccolta dell'umido, riducendo le emissioni, a patto però di ipotizzarne una diffusione su larga scala che al momento non sembra probabile, quindi escluderei temporaneamente questo vantaggio.

loofen 2

L'estetica indubbiamente è più gradevole di quella di un normale bidoncino marrone dei rifiuti umidi, si può scegliere tra diversi colori. Una volta che la frazione umida è stata disidratata (occorrono circa 30 minuti) la si può usare per fertilizzare le piante miscelandola all'acqua utilizzata per innaffiarle o smaltirla normalmente nella frazione organica.

L'espositore mi svela alcuni usi non convenzionali del disidratatore: estraendo il cestello dei rifiuti e piazzando della frutta sotto al flusso di aria calda, possiamo disidratare le mele (riducendole a tocchetti meno "acquosi" per i bambini) o far essiccare i pomodori.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: