Anche le rane europee hanno i funghi

Tinctorius. Foto di Anders RisbergUn lettore (David) ci segnala che il fungo che sta facendo correre gli erpetologi con valige piene di rane da Panama agli USA è presente anche in Europa, di sicuro dal 2000.

L'infezione di Batrachochytrium dendrobatidis pare essere partita dagli allevamenti di anfibi esotici, per poi passare alle popolazioni naturali. Ne sono state trovate tracce in Italia, nel 2000, grazie al monitoraggio del Centro Anfibi di Pianoro, sull'Appennino bolognese.

L'infezione si diffonde alla velocità di circa 100 km all’anno e ci sono focolai anche in Germania e in Spagna. Gli erpetologi stanno usando un sacco di precauzioni per limitare la diffusione del fungo. Voi, per piacere, non andate in giro a spostare rane da un posto all'altro, lavate le scarpe dopo ogni passeggiata (che bastano due stivali sporchi di fango per trasmettere l'infezione in un posto dove prima non c'era!) e partecipate sempre alla stessa notte dei rospi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: