Steiner a capo dell'UNEP

Steiner, nuovo presidente UNEPL'United Nations Environment Programme avrà un nuovo capo: dal prossimo 15 giugno a Klaus Toepfer succederà Achim Steiner.

Tra i suoi progetti c'è quello, molto ambizioso, di combattere la povertà insieme alle emergenze ambientali (nel 1988, al forum mondiale per la sopravvivenza di Oxford, Lovelok e Madre Teresa di Calcutta litigarono calorosamente su quali fossero le priorità dell'umanità).

Steiner è tedesco, nato in Brasile e cresciuto in una fattoria, ha poi studiato economia e gestione dell'ambiente a Oxford e Londra, ha lavorato per delle ONG in giro per il mondo (dalla gestione naturalistica e sociale del fiume Mekong e la World Commision on Dams in Sud Africa) ed è stato a capo dell'IUCN, dove si è occupato di mediare tra la Banca Mondiale, le Nazioni Unite e varie entità ambientaliste.

L'UNEP dovrebbe essere l'agenzia planetaria per l'ambiente, ma in pratica ha ben poca influenza sulle decisioni nazionali in materia e ben pochi soldi da spendere. Tutti si augurano che la lunga esperienza di negoziazione e diplomazia di Steiner possa rivelarsi utile a cambiare in meglio lo stato delle cose.

  • shares
  • Mail