Terremoto in Emilia: condividete le informazioni con il CNR

Apre al pubblico il sistema informativo territoriale GeoSdi dell'Imaa-CNR Istituto di metodologie per l'analisi ambientale, centro di competenza della Protezione civile che coinvolge così i cittadini per acquisire dati e immagini sulle zone colpite da un terremoto. Nell'immediato la richiesta di collaborazione riguarda l'Emilia, ma è ovviamente estesa a tutte quelle aree colpite con più o meno grave intensità da un sisma.

Spiega Dimitri Dello Buono dell'Imaa-Cnr a capo dello GeoSdi:

Ogni smartphone Android o iPhone presente nelle aree colpite, se dotato di Gps (Global positioning system) e camera fotografica, può trasformarsi in un terminale in grado di inviare immagini e dati con riferimenti spaziali e cronologici precisi. Crolli, danneggiamenti, situazioni di difficoltà, potranno così essere segnalati e diventare parte del sistema informativo in tempo reale.

In pratica dal sito www.geosdi.org si prelevano le Apps o Apk che consentiranno di interagire con il CNR.Così chi vuole partecipare sia per testare il sistema sia per venire a conoscenza dei dati sui terremoti in Emilia può collegarsi al geoportale pubblico: https://maps.geosdi.org/, (login: demo; password: demo). Spiega Dello Buono:

Sarà sufficiente scattare una foto, compilare una breve scheda tecnica e inviare tutto al sistema. Le informazioni diventeranno parte dello scenario cartografico dell'area del sisma visibili a chiunque abbia accesso ad internet", aggiunge il ricercatore. Il sito aperto al pubblico dall'Imaa-Cnr condivide il sistema informativo geografico Sitdpc della Protezione civile, il cui aggiornamento con i dati sismologici e logistici è fornito da Agea, Ingv, satelliti radar di Cosmo-Skymed e altri enti in real-time. Sarà quindi possibile visualizzare le segnalazioni dei cittadini, assieme ai dati sismici aggiornati, sui layer tipici della cartografia digitale: ortofoto, stradario, carte Igm, reti, modelli Dem, in una logica di navigazione analoga a quella delle applicazioni cartografiche on-line di Google.

Via | Almanacco CNR

  • shares
  • Mail