Etanolo giapponese

distributore di etanoloNonostante i dubbi sull'economicità e sulla effettiva ecologicità della scelta, il Giappone si sta attrezzando per introdurre una quota di etanolo nei suoi carburanti. La quota di etanolo dovrebbe essere del 10% e il nuovo carburante (E10) dovrebbe essere reso disponibile al pubblico a partire dal 2020.

Dal punto di vista automobilistico assistiamo al "tutto o niente", nel senso che i motori di adesso potrebbero ricevere carburante E3 (con un 3% di etanolo) che però non è disponibile sul mercato, mentre la Toyota prevede di rendere tutti i suoi motori compatibili con l'E10 e, nella primavera 2007, di commercializzare un modello che vada totalmente ad etanolo, ovviamente in Brasile dove i distributori di etanolo sono diffusi e ben funzionanti e forse anche negli USA.

Il resto del mondo dovrà attendere fino al 2010 quando (come dicevano su autoblog qualche tempo fa) di ogni macchina Toyota dovrebbe essere disponibile una versione ibrida.

» Parte della notizia sull'ANSA

  • shares
  • Mail