Pecoraro contro lo smog

parcheggio per bici, meno smog in citta'

Pecoraro Scanio risponde alla forte sollecitazione dei dati sullo smog nelle città italiane ripetendo che intende puntare sulla mobilità sostenibile e sui piani per la qualità dell'aria che le singole regioni dovranno redigere.

''Sono solo sei le Regioni che hanno fatto il piano per la qualità dell'aria, ma sono solo due quelli approvati in sede europea'', ha detto il ministro commentando i dati su inquinamento atmosferico, traffico urbano ed effetti sulla salute. Il Piemonte ha il piano, ma non so se è stato promosso o no, il Veneto è stato bocciato, una delle regioni promosse è la Lombardia, ma a Milano l'ASL si rifiutava di rendere pubblici i dati sull'inquinamento cittadino e il comitato delle mamme antismog ha dovuto far ricorso al TAR per poter leggere i risultati delle analisi sulla qualità dell'aria.

Saranno inoltre studiati degli incentivi per demolire le vecchie auto (non per acquistarne di nuove!) Leggo sul blog di Repubblica che il ministro ha dichiarato: "Dico no alla moltiplicazione continua di un parco auto esagerato. Se diamo degli incentivi non devono essere generici dal paesino alle grandi città. Se lo facciamo per abbattere i fattori inquinanti e non per sostenere l'industria dobbiamo modulare il nostro sostegno per ridurre il tasso di inquinamento nelle zone a emergenza ambientale".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: