Volare di notte riscalda il pianeta

Scie di condensazione degli aerei. Volare di notte riscalda meno il climaSecondo uno studio pubblicato ieri su Nature, le scie di condensazione degli aerei che volano di notte hanno un effetto riscaldante sul clima terrestre molto maggiore di quando gli stessi aerei volano di giorno.

I voli notturni sono il 25% del totale, ma contribuiscono al 60 - 80% del riscaldamento.

Nicola Stuber, che ha studiato il problema, sostiene che il fatto è dovuto alla formazione di nuvole artificiali che agiscono come una barriera riflettente. La nuvola impedisce al calore terrestre di disperdersi verso lo sapzio, mentre di giorno agisce anche come un ombrello, impedendo ai raggi del sole di raggiungere la superficie terrestre. I due effetti arrivano quasi a bilanciarsi di giorno, ma di notte l'effetto riscaldante agisce da solo.

D'inverno si formano più scie a causa delle stratificazioni dell'umidità. Le condizioni ideali sono 4gradi, minimo 8 Km di altezza e molta umidità. Alcune scie durano per ore e ore, prima di dissolversi. I voli invernali (il 22% del totale annuo) contribuiscono per il 50% al riscaldamento. Il detto "Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi" potrebbe avere delle notevoli ricadute ambientali.

Lo studio è stato fatto a Reading, in Inghilterra, dove si trova il megacentro di calcolo in cui vengono analizzati i dati atmosferici su cui si basano le previsioni del tempo, e i dati si riferiscono ai voli nel corridoio nordatlantico, tra la Bassa Inghilterra e gli Stati Uniti.

Gli scettici come Bob Noland dell'Imperial College London sostengono che sarà impossibile evitare che gli aerei volino di notte, piuttosto si potrebbe far loro evitare le zone in cui si potrebbero formare le scie di condensazione, proprio come si fan loro evitare le tempeste. La Stuber risponde che è molto difficile, attualmente, prevedere dove si formeranno le zone che favoriscono la formazione di scie di condensazione.

Questi due effetti si aggiungono al rilascio di gas in una zona sensibile dell'atmosfera. I voli aerei sono ritenuti responsabili del 3% delle emissioni antropiche di CO2.

Insomma: volate poco, ma se proprio dovete, cercate di farlo di giorno e d'estate.

» Il riassunto della ricerca dall'Università di Reading (in inglese)

» La notizia sul National Geographic (in inglese)

» La notizia sul CorSera

» Scie chimiche e scie di condensazione sulla wikipedia

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: