In città fa più caldo

palazzo cittadino coperto di verde per mitigare il calore urbano

Metà della popolazione mondiale vive in città sempre più calde e sempre meno verdi.

La temepratura media cittadina è aumentata, negli ultimi anni, e i suoi effetti sono ben più evidenti del riscaldamento planetario.
La comparazione tra effetto urbano ed effetto serra è stata al centro di uno studio dell'Istituto di biometerologia del CNR presentato stamattina al Castello Estense di Ferrara, al convegno "Il respiro della città".

I materiali di cui sono fatte le città assorbono e trattengono il calore molto meglio della campagna circostante e in città ci sono più sorgenti termiche (motori, riscaldamenti, ...) che fuori. Ecco che a Milano, per esempio, negli ultimi 158 anni si è verificato un aumento complessivo della temperatura dell'aria al suolo di 2.54 gradi per le massime e di 0.88 per le minime. Nel resto del Mondo, negli ultimi 100 anni, le temperature medie sono salite di 0.5 gradi.

Il convegno si propone di fissare i criteri per lo studio degli effetti che morfologia urbana, materiali, uso degli spazi e clima hanno sulla percezione della città e sul benessere dei cittadini. Partecipano ingegneri, architetti, fisici, climatologi, medici e sociologi da diverse università italiane ed estere.

Ecoblog propone di ibridizzare città e campagna rendendo più verdi gli edifici, come dalle foto del nostro inviato a Barcellona. Il microclima e l'umore degli abitanti potrebbero beneficiarne.

» L’effetto urbano e l’effetto serra dal sito del CNR

» Le proposte dell'Europa sui cambiamenti climatici

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: