Piccioni in città (Milano e Londra)

Piccioni a Londra e a MilanoWoody Allen aveva definito i piccioni "topi con le ali".

Il sindaco di Londra (Ken Livingstone, lo stesso che non sempre tira lo sciaquone del gabinetto per risparmiare acqua) ha vietato di dar da mangiare ai piccioni di Trafalgar Square.

Dal 2000, anno in cui è diventato sindaco ed ha iniziato a proibire di dar da mangiare ai piccioni in tutta Londra, il numero dei volatili è calato da 4.000 a 1.800. Livingstone ha fatto chiudere i baracchini che vendono granaglie per piccioni, ha fatto multare i turisti che si facevano fotografare con i piccioni e ha anche utilizzato dei falchi per dissuadere i piccioni dal farsi vedere.

In Trafalgar Square c'era una piccolissima opportunità, conquistata dall'associazione "Save The Trafalgar Square Pigeons", di nutrire i piccioni per soli 10 minuti, tra le 7:30 e le 7:40 del mattino. Qualcuno però ha tirato delle briciole ai piccioni fuori dagli orari consentiti e il permesso è stato immediatamente revocato. Indiscrezioni dicono che siano stati "quelli del Pigeon Action Group" a dare da mangiare ai piccioni nel pomeriggio.

Shelagh Moorhouse, del gruppo di Save the Pigeon, sostiene che Livingstone abbia una fobia nei confronti dei piccioni, che diventi isterico solo al sentirli nominare e che non ami gli animali perché quando c'è un cagnetto nelle sue vicinanze non va a fargli "Coochie coochie coo".

A Milano le associazioni ambientaliste si erano opposte all'introduzione di falchetti per contenere "naturalmente" la popolazione di piccioni. Lo slogan sulle campagne puntava a creare compassione per le vittime di "sanguinose e crudeli battaglie aeree". (Cosa che ha alienato le simpatie di molti naturalisti per gli "ambientalisti di città" che non distinguono la crudeltà dagli equilibri naturali).

Alla fine la Natura ha fatto il suo corso e i falchi pellegrini sono arrivati da soli a Milano, come a Napoli, Torino e Bologna.

Non sono arrivati solo i falchi: secondo Renato Massa (Università di Milano) nel capoluogo lombardo ci sono quasi 100 specie diverse di uccelli. Più a Milano che nelle campagne circostanti, dunque, grazie al cibo, alla temperatura, alla scarsità di nemici.

La ASL di Milano ha messo on line alcune pagine con le informazioni sanitarie sulle zecche dei piccioni.

» Londra contro i piccioni sul CorSera

» La lotta ai piccioni sull'International Herald Tribune

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: