San Firmino, la folle corsa dei Tori e gli animalisti nudi


"W San Fermìn!". Inizia sempre così la tradizionale folle corsa dei tori di Pamplona. E puntuali arrivano i feriti fra gli umani (ed è pletorico dire che se la sono cercata) mentre i tori sembrano sempre dire: "noi ne faremmo pure a meno di questa cosa che diverte solo voi!".
E ormai è tradizione anche la protesta degli animalisti che accorrono sempre più numerosi anno dopo anno e puntualmente si spogliano e corrono nudi per protesta, mostrando quello che più piace ai giornalisti e ai fotoreporter di tutto il mondo: tette e culi.

In un comunicato stampa degli Animilisti italiani si legge:

Ogni anno la Festa di San Firmino causa morti e feriti umani ma soprattutto condanna a morte i tori costretti a correre per le strade di Pamplona dopo essere stati indeboliti con tranquillanti, colpiti con pungoli elettrici e bastoni appuntiti e con la vista annebbiata da creme alla glicerina. Incapaci di reagire e in preda a dolore e terrore iniziano una folle corsa per sfuggire al tormento. Gli animali terrorizzati cadono mentre corrono, si rompono le zampe, vengono schiacciati dai loro stessi compagni o picchiati dal pubblico.

Io purtroppo non ho modo di verificare quanto queste notizie siano completamente vere e precise (si sa che gli animalisti a volte enfatizzano un pò perché il fine giustifica i mezzi), se fra voi quindi c'è qualche esperto si faccia avanti. L'unica cosa che so per certo è che quest'anno non ci sono stati morti umani e che nel corso della storia sono pochissimi.


Per finire è d'obbligo la gallery degli animalisti nudi 2006. No bullfights.


  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: