Cola a picco nave portoghese si teme inquinamento

La Cardigrae IV non ce l’ha fatta. La nave portoghese con a bordo 6mila litri di gasolio e 100 litri di olio per motore è affondata stamattina nel porto di Santa Maria di Leuca. Ieri, mentre era in navigazione, si era sviluppato un incendio a bordo, probabilmente causato da un corto circuito e favorito dal

La Cardigrae IV non ce l’ha fatta. La nave portoghese con a bordo 6mila litri di gasolio e 100 litri di olio per motore è affondata stamattina nel porto di Santa Maria di Leuca.

Ieri, mentre era in navigazione, si era sviluppato un incendio a bordo, probabilmente causato da un corto circuito e favorito dal caldo. I vigili del fuoco erano riusciti a domare l’incendio e a trarre in salvo i 5 passeggeri francesi e i 7 componenti dell’equipaggio (croati). Poi avevano rimorchiato la nave nel porto. Qualcuno dei vigili del fuoco è stato leggermente intossicato dal fuoco, ma nulla di grave.

Sembrava tutto finito, ma probabilmente le lunghe ore di incendio (ne son servite 8 per domarlo) hanno indebolito la carena, in cui stamattina si è aperta una falla. Adesso si teme per il possibile inquinamento causato dalla dispersione dell’olio del motore. La Capitaneria di porto di Gallipoli ha iniziato le operazioni per evitare che il gasolio e l’olio combustibile si riversino in mare.

[via La Gazzetta del Mezzogiorno]

Ultime notizie su Inquinamento

Notizie, metodi per disinquinare, illeciti ed ecomafie

Tutto su Inquinamento →