Seguici su

Animali

L’Europa vuole più test sugli animali

Dall’1 all’8 agosto, in tutti i negozi Lush d’Europa, sarà possibile trovare le cartoline da mandare al parlamento europeo per modificare una proposta di legge che vorrebbe rendere obbligatori i test sugli animali per molte sostanze chimiche.

La Comunità europea sta mettendo a punto un protocollo per regolare l’immissione di nuove sostanze chimiche sul mercato interno. Il programma si chiama REACH (Registration, Evaluation and Authorisation of Chemicals) e il suo scopo è quello di garantire la salute agli europei e all’ambiente.

REACH, ad esempio, propone di usare ovunque la stessa etichettatura per le sostanze chimiche, in modo che sia decentemente facile leggere le etichette dei prodotti.
Lush e gli animalisti apprezzano lo spirito dell’iniziativa, ma chiedono:

  • l’eliminazione dei test sugli animali dal programma di REACH
  • la promozione di studi epidemiologici sulla popolazione umana fondati sull’analisi di quelle sostanze chimiche che sono state ampiamente impiegate negli ultimi 25 anni
  • uno scambio obbligatorio di informazioni tra le aziende
  • priorità assoluta allo studio delle sostanze chimiche più pericolose e ai rischi ad esse connessi, attraverso l’adozione di metodi veloci e concreti non basati sugli animali
  • un sostegno deciso allo sviluppo e all’approvazione di test sostitutivi alla sperimentazione sugli animali.

Secondo me c’è qualche speranza almeno di ottenere dei fondi per studiare metodi alternativi, ma bandire totalmente gli esperimenti sugli animali o costringere le aziende a scambiarsi informazioni mi sembrano obbiettivi utopistici.

Lush è una società che produce e vende saponi artigianali. E’ stata fondata da cinque vegetariani e si rivolge ad un pubblico di gente disposta a spendere un po’ più del normale per prendersi cura del proprio corpo con detergenti naturali. Ci sono anche i saponi fatti con ingredienti bio ed equi e su ecoblog ne avevamo già parlato.

» Un lungo .doc di Lush sull’inutilità dei test sugli animali
» La petizione degli animalisti contro la vivisezione

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa