Discarica al confine tra Piemonte e Lombardia

fiume ticino, inquinato e privato dell'acquaIl fiume Ticino è un corridoio ecologico di valore europeo, l'UNESCO lo ha dichiarato patrimonio dell'umanità. Le due "stanze" che si affacciano sul fiume, sono Piemonte e Lombradia.

Dovrebbe essere un gran bel posto, nella Natura protetta da ben due parchi, ma il livello dell'acqua del Ticino è basso e c'è il divieto di balneazione. L'acqua che c'è puzza, è melmosa, piena di alghe e non invita certo a farci il bagno. (Noi possiamo scegliere di non farlo, i pesci no).
Gli affluenti del Ticino sono le fogne, che hanno mantenuto una portata costante, e il Lago Maggiore, che era sotto i suoi minimi storici fino a qualche giorno fa. Sarebbe carino sapere i numeri del flusso d'acqua, ma il direttore del Parco del Ticino Lombardo ricorda che nessuno ha più ricostruito gli igrometri, dopo la piena del 2000 che li aveva spazzati via.

Secondo il circolo di Legambiente di Galliate, buona parte della colpa è dell'Arno, un torrente in provincia di Varese, affluente del Ticino, in cui versano legalmente i propri scarichi 20 industrie e illegalmente altre 50.

I Piemontesi accusano i Lombardi di riversare scarichi industriali e civili nelle acque. I Lombardi ribattono accusando i Piemontesi di sottrarre troppa acqua al fiume per irrigare i campi. Tra i due litiganti, il Ticino muore.

via | La Stampa

» Il Parco del Ticino Lombrado (okkio che parte la musichetta)

» Il Parco del Ticino Piemontese

» I circoli di Legambiente a sud di Varese

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: