Subaru riduce le emissioni di CO2 delle sue strutture

L'impegno di Subaru per la riduzione delle emissioni di CO2 si rafforza con nuove iniziative, che puntano alla tutela dell'ecosistema.

Subaru Corporation vuole contribuire alla causa della salvaguardia ambientale, con nuove iniziative per ridurre le emissioni di CO2, grazie a un più esteso ricorso all'energia solare e idroelettrica negli impianti aziendali.

I nuovi interventi sui siti produttivi, insieme agli altri sforzi già avviati, dovrebbero portare a ridurre le emissioni dirette di anidride carbonica del gruppo di circa 20.000 tonnellate l'anno, parti a circa il 3% del volume complessivo di Subaru Corporation, entro marzo 2021.

Per conseguire l'obiettivo saranno messe in atto tre strategie in Giappone:

1) Installazione di un sistema di energia solare a consumo vincolato per le strutture di Oizumi, nella prefettura di Gunma. Il completamento della misura avverrà entro il 2019 e potrà generare 1.145 MWh di elettricità all'anno, utilizzando la quale si prevede di raggiungere una riduzione delle emissioni di CO2 stimata di 330 t di CO2, pari a circa il 40% delle emissioni di CO2 degli impianti.

2) Introduzione di un impianto idroelettrico "Aqua Premium" presso lo stabilimento principale dell'azienda a Gunma e i suoi uffici a Mitaka, nella prefettura di Tokyo, per soddisfare parte del fabbisogno energetico. Questa mossa dovrebbe ridurre le emissioni di Subaru di circa 10.000 t di CO2 (equivalente a 21 GWh di generazione di elettricità all'anno).

3) Utilizzo del programma di certificazione Green Power/Green Heat per l'elettricità e il riscaldamento della sede centrale dell'azienda a Ebisu, Tokyo, e il Subaru Training Center a Hachioji, Tokyo, con l'obiettivo di raggiungere uffici a zero emissioni di CO2.


Il piano d'azione, che dovrebbe estendersi ad altre iniziative di salvaguardia ambientale, avalla l'impegno di Subaru Corporation in favore dell'ecosistema e punta a ridurre significativamente le emissioni di CO2 in tutte le sue attività commerciali, per creare comunità a basse emissioni di carbonio a livello regionale.

Fonte | Subaru

  • shares
  • Mail