Pneumatici fuori uso: a Pantelleria un'azione efficace

Sono complessivamente 19 mila i chilogrammi di gomme giunte a fine vita raccolti a Pantelleria da EcoTyre e Marevivo, in collaborazione con l'amministrazione comunale.

Prosegue la campagna PFU Zero sulle coste italiane. Questa iniziativa, che punta alla raccolta e al recupero degli pneumatici fuori uso abbandonati, ha messo a segno risultati importanti a Pantelleria, dove EcoTyre, in collaborazione con l'amministrazione comunale, è riuscita a raccogliere 19 mila chilogrammi di PFU (Pneumatici Fuori Uso), 2 mila dei quali in acqua.

Questi rifiuti, stoccati temporaneamente in un'area limitrofa al porto, saranno ora avviati al recupero dal consorzio EcoTyre, che fornisce al Comune di Pantelleria un servizio di ritiro gratuito e periodico delle gomme giunte a fine vita presenti sull'isola, occupandosi anche del corretto recupero.

Non solo raccolta, ma anche educazione ambientale e prevenzione nel Comune siciliano, grazie alla collaborazione con Marevivo, che supporta EcoTyre organizzando iniziative di informazione e sensibilizzazione per turisti e cittadinanza su come funziona la filiera e sull'importanza della gestione degli pneumatici fuori uso, che sono una risorsa riciclabile al 100%.

Ecco le parole di Enrico Ambrogio, presidente di EcoTyre: "L'intervento a Pantelleria ci ha permesso di recuperare gli pneumatici abbandonati in mare e contestualmente di liberare l'isola anche da quelli al momento stoccati in un'area ad hoc. Il Comune e Marevivo, sulla base del protocollo d'intesa siglato, ci supportano in un'attività essenziale, al centro della nostra mission: la sensibilizzazione della cittadinanza".

  • shares
  • Mail