Piscine ecologiche

Piscina naturale disegnata da Anja WernerLe piscine ecologiche ecologiche sono per i ricchi fortunelli dall'animo ecologista che si possono permettere una piscina privata.

Invece di limitarsi a scavare un buco per terra, foderarlo di piastrelline e riempirlo d'acqua clorata, è possibile ricreare un ambiente con caratteristiche naturali e nuotare tra le ninfee con la coscienza (ecologica) più pulita.

Alcune piscine (sarebbe meglio utilizzare il termine stagni balneabili) hanno una zona destinata al nuoto e al gioco, mentre ai bordi o a lato vi sono vasche a profondità variabile dove lasciar crescere piante acquatiche di vario tipo. Caratteristica e l'assenza totale di prodotti chimici per la depurazione, che è affidata alle piante (dopo un tuffo la vostra pelle odorerà di acqua, non di cloro).

Il fatto che il fondo tenda a coprirsi di alghe, in questo tipo di stagno non è un problema che richiede soldi ed energia per essere combattuto. Certo, poi vi potrebbe capitare di vedere arrivare rospi o libellule. Se siete fortunati, potreste anche avvistare gli aironi in giardino.

Queste piscine non vanno svuotate a fine estate. Se d'inverno fa abbastanza freesco e lasciate ghiacciare l'acqua, poi potrete pattinarci sopra.

Se volete farvi un'idea di prezzi e forme, in Italia potete rivolgervi a Paghera o chiedere direttamente ad Anja Werner, che ha introdotto questo stile dai Paesi di lingua tedesca e ha pubblicato un libro dal titolo "La piscina biologica e il giardino naturale".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: