Maglia nera della mobilità all'Italia

traffico, maglia nera all'ItaliaIn media gli italiani usano il 57,7% del loro tempo libero per gli spostamenti. Secondo il 1° rapposrto Aci-Euralis alla base di questo dato è un sistema di trasporto pubblico inefficiente e assolutamente inadeguato alle esigenze dei cittadini costretti ad un uso indiscriminato dell'automobile, che a loro volta avrebbero bisogno di molte più infrastrutture che naturalmente mancano, per muoversi liberamente e non creare ingorghi (ancora più inquinanti). Se mi permettono e se mi permettete voi a questo aggiugerei che le città sono logisticamente sempre più mal organizzate costringendo ogni singoo individuo a fare spostamenti di chilometri anche per le questioni più banali, credo di non essere l'unico ad averlo notato.

Anche se, come ci tengono a sottolineare, nessuna località italiana è riuscita ad ottenere un punteggio decente, le provincie migliori nella classifica italiana è risultata Aosta seguita da Siena, Parma, Pisa e Terni. L'Italia centrale piazza ben 10 province nelle prime 20 posizioni, nell'ordine: Siena, Pisa, Terni, Lucca, Arezzo, Perugia, Massa, Firenze, Pesaro ed Ascoli Piceno. Mentre sud e isole hanno registrato una performance decisamente negativa, con buona parte delle province a fondo classifica. La peggiore, da questo punto di vista è Foggia.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: