Agrofotovoltaico, a Monticelli d'Ongina il primo raccolto di grano solare

raccolto grano agrofotovoltaico

Agrofotovoltaico meglio conosciuto come la soluzione al conflitto in campo aperto food-energy. Sopra i pannelli, sotto il raccolto: agricoltori e produttori di energia in sinergia per conseguire obiettivi ambiziosi: risparmio energetico, riduzione del consumo di suolo e dell'impatto ambientale agricolo e fotovoltaico.

Abbiamo avuto modo di parlare dell'agrofotovoltaico italiano anche per i suoi aspetti meno virtuosi: la speculazione operata da finti agricoltori pur di accappararsi i lauti incentivi destinati alle serre fotovoltaiche.

Ma a volte il sole splende sul serio ed illumina raccolti veri e non farlocchi. A Monticelli d'Ongina, in provincia di Piacenza, l'impianto agrovoltaico ad esempio ha appena dato il suo primo raccolto di grano. Il frumento era stato seminato lo scorso mese di novembre. Ieri quattro luglio si è provveduto alla mietitura.

L’impianto, realizzato dalla bresciana R.E.M. (Revolution Energy Maker), si estende su una superficie di 21 ettari, sfrutta una tecnologia wireless e si avvale di pannelli a inseguimento solare, posizionati a 4,5 metri di altezza grazie a dei supporti mobili. L'impianto ha una potenza installata di 3,2 MW e, stando ai dati Terna riferiti al 2008, produce energia sufficiente a coprire il 49% del consumo domestico locale. Spiega Roberto Angoli, presidente di R.E.M.:

Il raccolto avvenuto oggi è la testimonianza della completa integrazione dei nostri impianti con le coltivazioni. I pannelli sospesi e la struttura flessibile, che non ingombra ed è realizzata con materiali non inquinanti e riciclabili, non sottraggono spazio al terreno coltivabile e non pongono vincoli alle operazioni legate all’attività agricola.

Di seguito le foto del raccolto di grano da agrofotovoltaico.

Impianto agrofotovoltaico Monticelli d\\\'Ondina Impianto agrofotovoltaico Monticelli d\\\'Ondina Impianto agrofotovoltaico Monticelli d\\\'Ondina Impianto agrofotovoltaico Monticelli d\\\'Ondina

Via - Foto | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: