Guadagnare risparmiando acqua

Riduttori di flussoLa nostra economia si basa sul consumo. Il consumo fa girare soldi. Per esempio, io distributore di acqua potabile che vantaggio potrei avere se i miei clienti utilizzassero un riduttore di flusso nei propri rubinetti? Nessuno. Anzi! Perderei un sacco di soldi.

La nostra economia si basa anche, ovviamente, sul margine, sul guadagno. Per esempio io distributore di acqua dovrei spendere un sacco di soldi per mettere a posto i tubi sotterranei che portano l'acqua nelle case. L'acqua costa poco, e se ne spreco un po' perdo comunque meno soldi di quelli che spenderei con la manutenzione. (In Italia perdiamo in media il 40% dell'acqua, con punte del 70%, durante il trasporto dalla fonte alle case).

L'acqua potabile però è una risorsa preziosa. Per lei si combattono guerre e domani se ne combatteranno sempre di più. Come fare allora per proteggerla almeno dagli sprechi? La mettiamo pagamento? Allora la teoria di chi sostiene che "un giorno ci faranno pagare anche l'aria" è corretta! E i poveri come farebbero senz'acqua?

Una possibile soluzione c'è ed è stata attuata, per esempio, dalla regione Emilia Romagna.
Il ragionamento è semplice, come bere un bichier d'acqua. Appunto.

Io regione do la possibilità a te distributore di alzare le tariffe dell'acqua solo se investi in risparmio idrico. Il risparmio, oltre che nella manutenzione della rete, deve essere attuato anche verso i clienti finali, in modo tale che l'aumento delle tariffe sia bilanciato.
In Emilia Romagna i gestori della distribuzione dell'acqua hanno regalato dei riduttori di flusso alla popolazione, in modo che potessero risparmiare acqua, tale risparmio è stato controbilanciato da un aumento delle tariffe: alla fine tutto è come prima tranne per il fatto che si spreca meno acqua.

Ne volete sapere di più? Guardatevi le Goodnews di Report, oppure leggetevi la trascrizione della puntata.
Se invece volete darvi una svegliata acquistate un riduttore di flusso.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: