Olimpiadi 2012, a Londra tanto telelavoro, bicicletta e metrò

Arrivano le Olimpiadi 2012 e Londra tutta, con la Gran Bretagna si organizza per accogliere i 3 milioni e passa di spettatori che giungeranno da ogni dove. A evitare il collasso delle infrastrutture e dei trasporti Justine Greening il ministro dei Trasporti (in alto nella foto) ha già spiegato che per far sopravvivere la metropoli di Londra e il resto delle città coinvolte nei Giochi olimpici sarà necessario cambiare le proprie abitudini di trasferimento: innanzitutto la macchina va lasciata in garage; sono da preferire bicicletta e metropolitana (dopo il salto il video di presentazione dei trasporti sostenibili).

Per i dipendenti pubblici si è pensato a una soluzione davvero geniale: il telelavoro. Infatti, come riferisce The Times milioni di dipendenti pubblici potranno lavorare da casa dal prossimo 21 luglio, cominciando sei giorni prima l'apertura delle Olimpiadi e terminando il 9 settembre al finire dei Giochi Paraolimpici. Mike penning Segretario ai trasporti spiega che sarà proprio il Governo a dare il buon esempio:

Dimostriamo che è possibile e che noi dipendenti pubblici siamo in grado di applicare queste misure e che non chiediamo ai cittadini qualcosa che non facciamo già noi stessi.


Peraltro per alleggerire il traffico sono state create 50 KM di corsie preferenziali riservate agli atleti, rappresentanti ufficiali e ospiti delle Olimpiadi 2012.

Via | Neo-Planete
Foto |

  • shares
  • Mail