Olimpiadi 2012, vietata la carne agli atleti cinesi per non alterare l'antidoping

Il BGS, ovvero l'Ufficio generale dello sport che coordina le attività sportive in Cina ha deciso di vietare la carne agli atleti cinesi. Il motivo è molto serio e contiene un'ammissione spaventosa: la carne è contaminata da ormoni e farmaci spesso illegali e dunque viene bandita dai menù degli atleti per evitare che anche la più infinitesima presenza di una qualunque sostanza possa alterare i risultati degli sportivi ai controlli antidoping e inficiare partecipazione ai giochi e vittorie.

Sotto accusa sopratutto il clenbuterolo usato per dopare manzi, maiali e agnelli negli allevamenti intensivi. Ma già il coach della Nazionale di pallavolo femminile ha attribuito le quattro sconfitte al World grand prix di Ningbo alla dieta vegetariana. Perciò, la carne può essere consumata solo all'interno delle mense autorizzate dove arriva dopo aver superato numerosi test di controllo.

Le indicazioni dietetiche di bandire la carne causa doping sono state lanciate dalla WADA, l'Agenzia Mondiale antidoping che lo scorso novembre già emise un avvertimento sulle contaminazioni di carne in Messico e Cina dove appunto invitava gli atleti a:

mangiare solo nei ristoranti e caffetterie che sono stati approvati dalla vostra federazione e / o organizzatori di eventi.

Un responsabile degli sport acquatici cinesi ha recentemete dichiarato all'agenzia Xinhua che ai 196 atleti sono stati somministrati pasti in cui era assente la carne di maiale, alimento presente nella dieta base dei cinesi, e che per 40 giorni è stata sostituita con proteine in polvere e pesce.

Via | The Guardian, Neo-Planete
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail