Un frigorifero per i ghiottoni

ghiottoneAnche i ghiottoni hanno un frigorifero, naturale of course. Questi carnivori vivono infatti negli ostili ambienti artici in condizioni climatiche a dir poco estreme. Il loro habitat spazia su vaste aree di montagna ricoperte da nevi persistenti, il clima qui è molto freddo e spesso è difficile reperire cibo senza allontanarsi troppo. Lasciare i cuccioli incustoditi per lungo tempo è un problema per mamma ghiottone così la specie (Gulo gulo) si è dotata di un frigorifero ecologico a costo e temperatura zero per conservare il cibo.

Lo ha scoperto un recente studio pubblicato sulla rivista Journal of Mammalogy, a firma dei ricercatori della Swedish University of Agricultural Sciences e del Norwegian Institute for Nature Research. I ghiottoni utilizzano le crepe presenti nelle rocce ed il manto nevoso come camere refrigeranti per immagazzinare carne di alci, caribù, carogne di stambecchi, scoiattoli ed altri alimenti raccolti in più battute di caccia nel corso dell'anno.

Queste nicchie gelate servono, proprio come un frigorifero, a proteggere il cibo da animali spazzini, insetti e dalla degradazione operata dai batteri sulla carne. Inoltre ai ghiottoni è molto utile sapere quante risorse alimentari hanno ancora a disposizione prima di dover andare nuovamente a fare la spesa. In fase di allattamento è molto importante per le femmine mantenersi ben nutrite e non allontanarsi troppo per poter assicurare ai cuccioli tutte le cure ed il nutrimento di cui necessitano per crescere.

Come ha spiegato Robert Inman, coordinatore dello studio, afferente al Wildlife Conservation Society's North America Program:

Di solito non pensiamo a batteri e microbi come ad antagonisti dei ghiottoni. In realtà i batteri divorano un'enorme quantità di cibo se non è opportunamente protetto.

Non a caso i ghiottoni danno alla luce ed allattano i piccoli tra febbraio ed aprile, dopo aver immagazzinato scorte alimentari a sufficienza e sicuri che il freddo le proteggerà dai batteri. Le loro capacità riproduttive sono strettamente legate alla presenza del manto nevoso per conservare il cibo necessario in questa fase delicata. Ecco perché i ghiottoni sono tra gli animali più vulnerabili ai cambiamenti climatici: senza neve e freddo a sufficienza all'Artico verrà staccata la corrente al loro frigorifero naturale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail