Ingorghi stradali positivi

traffico e problemiMi piacerbbe che gli industriali della fascia a Nord di Milano (che hanno calcolato quanti soldi perdono, ogni giorno, per via del traffico e che chiedono a gran voce alla Regione, all'Italia e all'Europa di potenziare le autostrade) mi dicessero che cosa ne pensano di queste uscite del sindaco di Bogotà (Colombia) ad un meeting newyorkese sul trasporto alternativo. Sentire due campane sullo stesso problema è sempre utile e illuminante.


  • Costruire più strade non allevia il problema traffico.

  • Gli ingorghi non sono necessariamente negativi: l'importante è non cercare di eliminarli. Le persone saranno così propense ad usare i trasporti pubblici.

  • Il trasporto non è un fine. Serve solo a migliorare la vita. L'obiettivo non deve essere migliorare i trasporti, ma migliorare la qualità della vita.

  • Se una pista ciclabile non è sicura per un bambino di 8 anni, non è una pista ciclabile.

  • Una strada senza marciapiedi privilegia le automobili e quindi le persone in auto hanno più diritti; questo è antidemocratico.

A Bogotà, invece di spendere 600 milioni di dollari per una autostrada che sorvolasse la città, me hanno spesi 300 per i mezzi pubblici e creato centinaia di strade riservate ai pedoni, parchi, piazze, piste ciclabili, piantato alberi ed eliminato i cartelloni pubblicitari.

via | Petrolio

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: