Smog, l'Europa ci ripensa

L'Europa stringe i limiti dell'inquinamento urbanoIn Lussemburgo, il consiglio europeo dei ministri dell'ambiente ha deciso di mantenere stretti i limiti sull'inquinamento urbano.

L'Europarlamento aveva proposto, a settembre, di portare a 55 i giorni di superamento dei valori limite per l'inquinamento da polveri sottili concessi alle città, ma il consiglio ha preferito restare ai 35 attualmente in vigore. Saranno monitorate anche le nanopolveri (PM 2,5). Altra buona notizia, gli Stati avranno ancora 3 anni (non 5 come proposto dal parlamento) per portare la qualità dell'aria entro i limiti di respirabilità.

Legambiente è contenta, il ministro Pecoraro Scanio pure e afferma: ''I limiti sono a garanzia della salute dei cittadini per evitare la tragedia delle migliaia di persone che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene vittime dell'inquinamento dell'aria delle nostre città."

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: