Il Tour de France 2012 e il vero impatto ambientale

Un discorso così serio, rispetto all'impatto ambientale di una gara ciclistica come il Tour de France, che si chiude il 22 luglio, non era stato mai fatto. In Italia men che meno a toccare il glorioso Giro d'Italia. Ma a rompere tabù e schemi l'associazione Génération Ecologie che già nel 2009 aveva denunciato l'impatto ambientale del Tour de France definendolo una carovana di gadget e rifiuti.

Anche il nostro Giro d'Italia ha un impatto simile. Ma l'autocritica arriva dai francesi che trovano che il loro Giro sia un esempio calzante di quanto determinati eventi sportivi (ma a questo punto anche eventi e basta) possano avere sull'ambiente. Per circa 200 ciclisti ci sono un centinaio di vetture di servizio, camion con attrezzatura tecnica, autobus che percorrono centinaia di migliaia di chilometri. Senza contare i 15milioni di spettatori che sparli lungo le tappe seguono la corsa dal vivo di giorno in giorno. E' una immensa festa popolare che attira tutti e a causa della enorme quantità di emissioni di CO2 prodotte il Giro di Francia è al terzo posto tra gli eventi sportivi più inquinanti al mondo.

Senza compensazioni e politica di contenimento delle emissioni e dei rifiuti purtroppo sarà destinato a rimanere tale.

Infatti una delle principali attrazioni amate dal pubblico è la distribuzione dei gadget per cui sono distribuiti 120mila sacchetti pieni di doni quali porta chiavi, oggettini vari e dolciumi per un totale tra i 12 e i 16 milioni di piccoli oggetti in plastica di bassa qualità per la maggior parte prodotti in Cina . Questi oggetti sono incartati e la prima cosa che viene gettata via sul posto è l'imballaggio. Il totale dei rifiuti raccolti è pari a 21 tonnellate di cui 20 000 lattine di alluminio e 30 000 bottiglie in plastica.

E' vero che il Tour de France come altri eventi sportivi fornisce ossigeno all'economia locale ma è anche vero che l'impatto che comporta vanifica poi tutti gli introiti (da un lato si vende dall'altro di spende per ripulire).

Ora ci saranno le Olimpiadi 2012 a Londra annunciate come un evento sportivo verde, ma con i gradi numeri che circolano diventa davvero difficile crederlo.

Via | Consoglobe
Foto | ©TM News

  • shares
  • Mail