Tokelau da settembre sarà la prima nazione 100% solare

Da settembre Tokelau sarà la prima nazione 100% solare. Composto da tre atolli, Atafu, Fakaofo e Nukunonu, il Paese del Sud del Pacifico occupa una superficie totale di appena 10 km quadrati. A partire da questo autunno, grazie all'impegno del Ministro del Commercio e dell'Industria neozelandese ed al supporto dello United Nations Development Programme (UNDP), la sua dipendenza dal diesel cesserà, sostituita da un approvvigionamento 100% solare che coprirà il suo fabbisogno di energia e permetterà alla nazione di raggiungere gli obiettivi sulla riduzione delle emissioni di gas serra.

Ad occuparsi di alimentare gli atolli sarà la Powersmart Solar, una compagnia con sede a Mount Maunganui, che ha stipulato un contratto con il Tokelau Renewable Energy Project (TREP). Questo inverno l'energia elettrica arriverà agli abitanti dell'isola da 4.032 pannelli solari, 392 inverter solari e 1.344 batterie, ciascuna del peso di 250 kg. La potenza installata sarà di 1 MW.

Tokelau sarà dunque a tutti gli effetti la prima nazione al mondo completamente solare. C'è, però, da specificare che sugli atolli non ci sono grandi industrie, ci sono in tutto tre automobili e la popolazione totale è di appena 1.400 abitanti.

Le isole, ad ogni modo, sono le candidate perfette per la rivoluzione rinnovabile, consentono infatti di testare e lanciare su piccola scala progetti di autosufficienza energetica. Sono ricche di acqua, ben esposte e non hanno grandi richieste di energia. Ne avevamo parlato anche riguardo ad El Hierro, isola 100% autosufficiente che conta su un mix di rinnovabili, idroeolico e solare, per far fronte al suo fabbisogno energetico.

L'esperienza di Tokelau si candida ad apripista per gli altri Stati insulari del Pacifico dipendenti dai fossili. Il Governo stima un risparmio di 12.000 tonnellate di CO2 nell'intero ciclo di vita del parco solare. Malgrado gli sforzi ammirevoli, Tokelau e le altre isole del Sud del Pacifico subiranno, più di tutti, gli effetti del riscaldamento globale per via dell'innalzamento dei livelli dei mari imputabile alle emissioni di gas serra di origine antropica prodotte su scala globale. Il mondo non è un atollo isolato, non lo è il clima e occorrono comunque azioni su scala globale per scongiurare la scomparsa di queste isole.

Foto | Flickr; Courtesy of Powersmart Solar

  • shares
  • Mail