Morto l'ippopotamo più vecchio del mondo, aveva 62 anni

ippopotamo donna

Morto l'ippopotamo più vecchio del mondo o almeno quello che si crede sia l'esemplare che ha vissuto in assoluto più a lungo. Si chiamava Donna e aveva sessantadue anni, gran parte dei quali trascorsi al Mesker Park Zoo & Botanic Garden di Evansville, una piccola cittadina dello stato dell'Indiana (Stati Uniti d'America).

Un esemplare di ippopotamo del Nilo decisamente longevo sia per l'aspettativa di vita media allo stato brado che per l'aspettativa di sopravvivenza in cattività. Normalmente, infatti, come spiegano i responsabili dello zoo dando il triste annuncio, un ippopotamo vive non più di quarant'anni nel suo habitat naturale e non oltre i cinquant'anni in cattività.

Non si è trattato di una morte naturale. Donna, infatti, è stata sottoposta ad eutanasia per evitarle inutili sofferenze, oltre a quelle che le ha procurato una vita in cattività, per quanto i responsabili dello zoo assicurino che l'ippopotamo abbia vissuto un'esistenza felice e tranquilla, sappiamo infatti che pur sempre di una gabbia dorata si tratta e che il benessere animale negli zoo non sempre viene rispettato.

L'ippopotamo soffriva da tempo di artrite, un'infiammazione delle articolazioni che causa forti dolori e rende difficili i più piccoli movimenti e sofferte le operazioni più semplici della vita di tutti i giorni, vale per l'artrite negli uomini e vale per l'artrite negli animali. La sua, poi, era una forma grave di artrite degenerativa che peggiorava di giorno in giorno.

Donna era stanca, sofferente e debilitata, così - spiega il direttore dello zoo Amos Morris - si è deciso di sopprimerla. Donna era nata all'Overton Park Zoo, l'attuale zoo di Memphis, nel 1951 ed era arrivata al Mesker Park il 7 agosto del 1956. Ha avuto ben otto figli dal suo compagno Kley e ha vissuto allo zoo più a lungo di qualsiasi addetto della struttura. Addio cara vecchia Donna!

Via | Phys.org

  • shares
  • Mail