Global Bike Trotting, giro del mondo collettivo con una bici in bambù

Global Bike Trotting, un giro del mondo collettivo con una bici in bambù per sensibilizzare l'opinione pubblica ad una corretta gestione delle risorse idriche. Un'idea originale partorita dalla mente di Matthias Kalla e Sabine Metzger, due studenti tedeschi che vivono e condividono un appartamento nella città di Würzburg, nella Bassa Franconia.

E come spesso capita tra coinquilini all'università, tra una chiacchiera e l'altra, si finisce a parlare di come cambiare il mondo e nascono delle idee carine. Stavolta, però, fantasticando fantasticando, i due hanno trovato il modo di realizzare il loro progetto, coinvolgendo con il loro entusiasmo il sindaco della città, Georg Rosenthal, che ha accettato di sostenere il loro progetto.

Il finanziamento del global bike trotting è arrivato invece dalla Think Big Initiative, fondo che sostiene i progetti giovanili particolarmente meritevoli. Anche il negozio di bici della città ha deciso di appoggiarli, mettendo a disposizione la sella, il manubrio, le ruote e tutti gli accessori indispensabili per un viaggio così lungo. La particolarità del tour, oltre all'utilizzo di una bici in bambù, è la modalità di partecipazione collettiva: ciascuno può prenotarsi per compiere un tratto di strada sul sito dedicato al progetto www.globalbiketrotting.org.

Una staffetta che ha bisogno di più partecipanti possibili. Non a caso il tour promuove la campagna Viva con Agua: ognuno è chiamato a fare la sua tappa per la tutela delle risorse idriche. Un tema globale, come quello dell'acqua, non poteva che richiamare un'azione collettiva. Pensate che in India il percorso è già al completo: se volete partecipare e offrirvi di percorrere un tratto sulla bici in bambù potete prenotarvi compilando questo form. L'iniziativa ha già raccolto centinaia di adesioni e sicuramente i due non resteranno a corto di ciclisti a giudicare dall'entusiasmo con cui è stato accolto il global bike trotting.

  • shares
  • Mail